Miele di Borgo è una nuova realtà turistico gastronomica nata a Vicopisano, in provincia di Pisa. Un’idea brillante che vuole convogliare la gastronomica di una regione importante con il turismo. La toscana è famosa per il vino, la carne e le dolci colline della campagna dove le decine di borghi medievali accolgono ogni anno migliaia di turisti. Vicopisano è uno di questo e Miele di Borgo vuole accompagnare il forestiero in un tour gastronomico.

Il miele è un alimento naturale ricco di fruttosio e saccarosio. Un dolcificante naturale che può sostituire lo zucchero nel caffè, latte, biscotti, dolci e torte. Oggigiorno un’alimentazione sana è importante e il mercato offre decine di possibilità ma il settore biologiche rimane il leader indiscusso. Di miele ne esistono molti tipi ma la prima divisione che deve essere fatta è tra millefiori e monoflora. Il primo ne definisce le caratteristiche la parola stessa perché la composizione risulta mista, in questo caso le api hanno raccolto polline da decine di fiori diversi. Il miele monoflora invece è caratterizzato dalla presenza in maggioranza di un certo tipo di polline. Per tale motivo le arnie saranno poste nei pressi della boscaglia dove è presente la pianta scelta.

Tipologie di mieli come quelli di Tiglio, quello di Corbezzolo, Erica, Acacia e Castagno sono tra i più ricercati e sono ideali per dare un gusto differente alla colazione o alla merenda dei più piccoli.

Api e Miele

La natura ha dato alle api un sistema efficace nel quale ogni singolo membro ha una funziona specifica. Questo sistema non permette errori e se un insetto non è più funzionale all’intero organismo viene rimosso. Anche gli spazi sono stati ottimizzati per poter contenere maggiori riserve. Le api vivono nell’alveare e le arnie sono il loro involucro. Vengono posizionate in campagna o all’interno di aree boschive le quali agiranno indisturbate cercando polline nelle aree circostanzi.

Il miele è conosciuto da migliaia di anni quando i primi cacciatori-raccoglitori si arrampicavano sugli alberi per prenderlo rischiando di cadere e di essere punti dalle api. Nell’antica Grecia era chiamato Nettare degli Dei accompagnando banchetti e cerimonie. In Italia le prime colture a scopo commerciale sono state sperimentate negli anni 30 ma solo dopo che l’Unione Europea emanò le prime direttive in materia l’Italia si adeguò a livello normativo. Oggi chiunque può diventare apicoltura sia come hobbista sia come impresa individuale. Un dolcificante naturale facile da reperire e soddisfacente da raccogliere.

Email: info@mielediborgo.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.