Una pratica SEO che continua ad essere sempre attuale nonostante gli aggiornamenti di Panda e Penguin è il guest blogging. E il motivo per cui funziona ancora è perché è il modo migliore per creare link autorevoli per il proprio blog/sito. Tuttavia, anche il guest blogging non è immune agli algoritmi di Google se non eseguito correttamente. Ad esempio, dopo l’aggiornamento di Penguin, la pubblicazione di guest post in massa, ti porterà ad essere penalizzato da Google. Quindi, ecco alcuni suggerimenti per creare una strategia di guest blogging nell’era post Penguin…

1. Pensa ad una strategia riguardante i contenuti

Proprio come una strategia di contenuti ti aiuta a creare post di successo in modo strutturato, anche la pubblicazione dei guest post richiede un piano strategico per creare contenuti pertinenti. Devi creare contenuti assolutamente “virali” per far sì che il tuo messaggio colpisca il bersaglio. La prima cosa che dovresti fare è scansionare accuratamente il blog target. Prova a creare contenuti personalizzati per adattarsi al blog host. Un modo per garantire questo è quello di fare il tuo lavoro tentendo in considerazione il tono e il tema del blog host.

È molto importante sapere per chi stai scrivendo. Scegli gli argomenti che sono popolari con il blogger host e il suo pubblico. È molto probabile che un articolo originale e interessante su un argomento trovi con maggiore facilità il suo pubblico.

Inoltre, crea post su argomenti strettamente correlati al tuo blog di nicchia. Invece di indirizzare una determinata parola chiave, scegli come target una serie di parole chiave o frasi chiave correlate.

Suggerimento: non pubblicare contenuti duplicati o riutilizzare vecchi contenuti in quanto possono avere un impatto negativo sia sul tuo blog sia sul blog host. Crea contenuti unici e pertinenti per il tuo post.

guest-post-calendario2. Creare un calendario editoriale

La creazione di contenuti originali e di qualità è un processo che richiede tempo. Anche il guest post richiede una buona quantità di tempo. Prima di impegnarti a scrivere un post, controlla se il tuo programma di pubblicazione sarà in grado di pianificarlo o meno.

Una volta che hai deciso i tuoi blog target, inizia il brainstorming per i probabili argomenti. Annota tutte le tue idee in un unico posto. Crea un calendario editoriale per gestire il tutto in modo efficace insieme ai tuoi requisiti di pubblicazione. Pensare in anticipo non ti renderà più produttivo, ma ti aiuterà anche a produrre contenuti di qualità più elevata.

3. Seguire le linee guida per i guest post

Molti blog hanno linee guida preimpostate per i ospitare i post. Bisogna seguirle accuratamente. Questo ti aiuterà a minimizzare la possibilità che il tuo post venga rifiutato. Le linee guida per i guest post in generale contengono informazioni riguardanti:

  • Contenuto
  • Tono e stile del messaggio
  • Formato del post

Le linee guida per i guest post influenzeranno anche la tua strategia sui contenuti, quindi presta attenzione prima di preparare il post.

4. Scegli un argomento relativo al tema del tuo blog

Scegli sempre un argomento per la pubblicazione dei guest post che possa essere facilmente collegato con il tema del tuo blog. Ricorda il tuo obiettivo finale è quello di fare appello al pubblico di destinazione nella tua nicchia. Questo ti darà anche la possibilità di aggiungere un backlink al tuo blog.

5. Concentrati sulla creazione di contenuti originali e unici

C’è una tendenza dei blogger ospiti a riscrivere e ripostare i loro vecchi articoli. Non fare mai questo errore. Rovinerà la tua impressione in modo permanente. Potresti pensare perché passare molto tempo dopo un post che sarà pubblicato su altri siti? Ora pensaci in un modo diverso, questo è il post che ti presenterà al tuo potenziale pubblico. Quindi devi fare il tuo miglior passo avanti per conquistarli. Ciò ti aiuterà anche a pubblicare facilmente i tuoi contenuti.

6. Prova a leggere il tuo post

Oggi, i blogger sono diventati più esigenti che mai. Assicurati sempre di modificare il tuo messaggio prima di inviarlo. Ricorda che non è responsabilità degli editori controllare gli errori e perfezionarli per renderli pronti per la pubblicazione.

Un post con errori stupidi mostra mancanza di sincerità da parte tua. D’altra parte, danneggia anche la tua credibilità. Prova a rivedere il tuo articolo più volte per controllare l’ortografia e la grammatica. Fai la prova e poi invia solo la bozza finale.

Se non ti senti a tuo agio nel modificare la tua storia, chiedi aiuto ai professionisti. In effetti puoi usare gli strumenti di modifica online. Ci sono molti strumenti gratuiti disponibili online per rendere più facile l’editing per te, per aiutarti con il vocabolario giusto.

Inoltre, non dimenticare di controllare se i tuoi contenuti siano già presenti online, tramite un correttore di plagio, anche un plagio dell’uno per cento è sufficiente per far sì che il tuo articolo venga rifiutato in modo definitivo. Ci sono molti software di verifica dei plagi disponibili sul mercato.

7. Ottieni il giusto anchor text

La pubblicazione di guest post è la nuova strategia di link building nell’era post panda e penguin. Ma il fattore anchor text è diventato sinonimo di grande preoccupazione dopo Google Panda e Penguin. I professionisti SEO dell’era pre panda hanno abusato di questa pratica a tal punto che ha portato l’intero concetto di guest blogging sull’orlo di essere svalutato. Le linee guida per i webmaster di Google sui link di ancoraggio del testo sono chiaramente contrarie a qualsiasi manipolazione, tra cui troppa attenzione ai link di testo di ancoraggio ricchi di parole chiave. Quindi, ricorda di:

  • Usare un testo significativo per i link di ancoraggio del testo
  • Non utilizzare parole come “leggi altro”, “qui” ecc.
  • Troppi articoli ottimizzati per lo stesso insieme di parole chiave è pericoloso.
  • Se sulla piattaforma host è installato un plug-in per autore bio, andare a collegare il sito da lì per creare credibilità. Non includere più di uno o due collegamenti.

commenti-articolo-seo8. Scegli siti che permettono commenti

Cerca di scoprire blog con commenti sui loro articoli. Scegli come target questi blog per pubblicare i tuoi post. È stato notato che i commenti sono direttamente proporzionali all’aumento del traffico dei referral sul tuo blog. Più commenti significa più comunità attiva, ottima cosa per traffico e SEO.

Suggerimento: al posto dei siti di prim’ordine nella tua nicchia, considera anche la possibilità di scrivere post per i blog più piccoli ma validi anche per il tuo settore con community attive. Scrivere per loro richiederà meno tempo ma ti aiuterà a stabilire rapidamente un collegamento.

9. Rispondi ai commenti

Assicurati di controllare i commenti che ricevi sul tuo guest post. Prova a rispondere e, se possibile, entra in una conversazione. Questo ti aiuterà a connetterti con questo nuovo gruppo di lettori. Non è necessario riconoscerli singolarmente per tutto il tempo, ma assicurati di rispondere con una risposta se ti viene fatta una domanda o qualsiasi tipo di chiarimento. Questo ti aiuterà a migliorare la tua credibilità. Se darai importanza al tuo pubblico, ti restituiranno il favore visitando il tuo blog.

10. Promuovi il tuo post sui social media

La maggior parte degli editori utilizza il guest blogging per scopi promozionali. Se vuoi veramente ottenere il massimo da esso, promuovi l’articolo una volta pubblicato. Più questi articoli avranno visibilità, meglio è per te. Ma per questo devi aiutare te stesso promuovendo il guest post. Puoi farlo in molti modi:

  • Postandolo in discussioni su argomenti simili su altri blog e forum
  • Collegalo nei tuoi post futuri.

I segnali sociali svolgono un ruolo enorme nel migliorare il posizionamento nei motori di ricerca e guadagnare credibilità con il pubblico sulle piattaforme di social media.

Infine, usa il guest blogging come parte della tua strategia SEO complessiva. Il guest post è uno dei modi più efficaci per visibilità a costo zero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.